sabato 12 aprile 2008

I posti davanti al mare



3 commenti:

Anonimo ha detto...

Proviamo a riflettere: secondo me si vince, oppure si perde, altrimenti si può anche pareggiare. Scherzi a parte: che occasione mancata sarebbe per questo paese! In verità la scelta non è tra destra e sinistra: è tra il lento fluire della continuità immobile e lo scatto verso il futuro e la modernità. Perciò ho paura: il nostro pease è tragicamente teso verso un terribile cupio dissolvi. Però spero che la speranza che ho visto negli occhi di tanti possa dare una scossa. Il vero scontro è tra conservazione e innovazione: non so come andrà, ma io so di stare dalla parte giusta, con la gente migliore, con quella che crede nel futuro. IO sono già nel futuro, perché il PDF domani ci sarà. Tutto il resto di questo sistema politico no, è destinato a finire in lunedì.

S ha detto...

l'ultimo scatto è bello.

arzach ha detto...

Grazie anonimo per il tuo post sulle elezioni. Siamo dalla parte giusta comenuqe vada a finire!