sabato 13 settembre 2008

Ritratti - Attila!!!!

Foto 1 - Ritratto di Attila da fermo
Foto 2 - Attila in azione sotto lo sguardo preoccupato dei presenti
Foto 3 - Il prigioniero (o il bruco)
ATTILA
di Arzach
Il pupo delle foto ha un nome: Attila.
Questo nome non gli è stato dato a caso.
Chiunque lo abbia visto tentare di svellere piante, inseguire gatti o arrampicarsi su una sedia e appendersi alla rete di un campo di volley sa di cosa parlo.
Dietro la faccetta da piccolo criminale in carriera capace di qualunque devastazione sorridendo affabile che tu non riesci neanche ad incazzarti però si nasconde un animo insospettabilemente gentile, direi addirittura sensibile.
Basta guardarlo quando cede - cosa rara ma accade - i suoi giochi all'amichetto del cuore Gengis Khan, o quando abbraccia la madre con fare ruffiano di chi sa di averla combinata grossa o gioca con quei giganti di adulti che gli sono intorno per rendersene conto.
A tratti mi ricorda mio fratello quando era piccolo.
Altre volte ho voglia di chiuderlo in un sacco e di buttarlo nella spazzatura.
Spesso provo a fotografarlo
Raramente riesco a metterlo a fuoco.
Perchè anche da fermo, vibra.



1 commento:

Pippi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.