mercoledì 14 ottobre 2009

Lo vuoi un caffè? #100 - Existo sed non me ricovero...

Foto di Vivian Maier

Il giudice T., oltre un anno fa, ha rinviato la causa ad oggi invitando la mia cliente - leggermente paralitica e ovviamente assente all'udienza - a produrre una dichiarazione di non ricovero ai fini della decisione della pratica.
Dato il lieve problema che affligge la mia cliente farle sottoscrivere tale dichiarazione innanzi ad un pubblico ufficiale autorizzato ad autenticare la firma – perchè in questo beneamato paese dichiarare sotto la propria responsabilità civile e penale di essere paralitico e non essere ricoverato presso una struttura ad hoc non basta - presenta una qualche leggera difficoltà.
Comunque sia con tutta la pazienza movimentando persone, concordando appuntamenti e sincronizzando orari tale certificato è stato alla fine regolarmente sottoscritto dalla poverella qualche tempo fa.
Oggi è stato depositato in udienza.
Il giudice lo ha letto ed esaminato e con voce nasale ha sentenziato che era vecchio ed ha rinviato ancora ad altra data l'udienza per produrre nuovo ed aggiornato certificato.
Mi si materializza l'immagine della mia cliente che firma lentissimamamente impugnando una penna che continua a caderle di mano in continuazione e che una figlia paziente le rimette in pugno stringendole con delicatezza le dita morte intorno per bloccarla.
Non sono il tipo ma vi giuro mi verrebbe di firmarlo io sto cazzo di certificato!!!


"Lo vuoi un caffè?" - chiede quello
"Fresco?" - gli chiede a sua volta l'altro

5 commenti:

arzach ha detto...

@ pippi: ma manco per niente.

Ivana ha detto...

:D

arzach ha detto...

@ ivana : rido a denti stretti ma un morso alla carotide gli dare....

gaz ha detto...

Queste cose, ti giuro, mi fanno incazzare da morire.
L'insensibilità, l'aridità di certe persone, mi fanno inviperire, e non si parli di rispetto delle Leggi.
Povera signora e la sua paziente figlia, nella quale mi riconosco, hanno tutta la mia impotente compresione!!!

ciao caro Arzach

arzach ha detto...

@ gaz: diciamo che è il sistema che rende possibili quste storture...poi magari c'è sempre qualcuno in questi csi che ci mette del suo e allora si arriva ad una serie continua di eccessi che è diventata quasi la normalità...purtroppo.