giovedì 3 novembre 2011

Lo vuoi un caffè? # 268 - Ufficiale e gentiluomo

Sono fatto di sangue
foto di arzach
Catania 2011

E' ufficiale.
Da oggi , buoni o cattivi che siano, odio gli ufficiali giudiziari.
Li odio veramente.
Non riesco a capire come un essere che, peraltro, si frega anche dei soldi per notificare i miei atti, possa riuscire ad inviare una copia dello stesso atto - il mio! - a mezzo posta all'indirizzo sbagliato pur avendo a disposizione sull'atto tutti i dati - corretti! - e, in più, un certificato di residenza del destinatario ad abundantiam e inviare, nel contempo, l'originale dello stesso atto, in busta chiusa ad un altro indirizzo che non ha nulla a che vedere con me con altro mittente.
E, come se nulla fosse, a fronte delle mie rimostranze e del fatto che solo dopo tre "visite" all'ufficio sono riuscito finalmente a sapere - casualmente dato che il suo collega e lui non si parlano - dove c...o fosse finito il mio atto, chiedermi di pagare la nuova notifica perchè la precedente :"non è andata a buon fine"
Ci mancava solo che dicesse che era tutta colpa mia - e non sua e della mia simpatica collega che per un mese si è tenuto in studio il mio atto erroneamente ricevuto senza degnarsi di farmi una telefonata per avvertirmi - e lo avrei atteso fuori dell'ufficio per investirlo - ripetutatamente - con la mia auto.
Stando ben attento a fare anche retromarcia per essere sicuro di averlo fatto secco sul serio.

"Lo vuoi un caffè?"- chiede quello
"Ma @##ç@*" - risponde l'altro

Nessun commento: