martedì 30 luglio 2013

Lo vuoi un caffè? # 367 - Su la testa coglione! (parafrasando, in peggio, Sergio Leone)


La rivoluzione delle telecomunicazioni e l'avvento dei dispositivi mobili ha generato una nuova specie umana l'homo sapiens capasottis.
Il capasottis si contraddistingue dall'homo sapiens sapiens per il fatto che cammina a testa bassa con gli occhi perennemente incollati al suo maledetto smartphone ultimo modello e per le dita che compulsano continuamente la tastiera. 
Atteggiamento questo può comportare al massimo e finchè ci si trova in un corridoio di Tribunale che un esemplare, magari femminile e di bell'aspetto, di tale razza possa venirti addosso o magari darti anche una capocciata.
Al collega X, a dir il vero, è andata male perchè l'esemplare femminile, non di bell'aspetto, e sopratutto di robusta stazza che lo ha investito lo ha quasi mandato a gambe all'aria e, per soprannumero,  si è pure incazzata.
Negli occhi del collega X, per inciso, una delle persone più educate che abbia mai incontrato, ho notato un giusto lampo di furia omicida mentre mi raccontava l'accaduto.
La questione si fa decisamente preoccupante, invece, quando il capasottis diviene semovente e lo incontri sulla strada per andare in questo o quel Tribunale.
L'esemplare, maschio o femmina che sia, normalmente guida con il cellulare incollato all'orecchio a una velocità bassissima creando ostacolo alla circolazione o altissima creando un pericolo fenomenale alla circolazione. 
Oppure peggio guida ondeggiando a destra e a sinistra mentre scrive o legge l'ultimo, spero importantissimo, sms.
L'altro giorno, ho provato un brivido di sinistro terrore sulla schiena, quando sorpassando un grosso furgone ho visto per un attimo nello specchietto retrovisore il conducente guidare tenendo sul volante un tablet.
Alcuni esemplari guidano con il braccio sinistro fuori dal finestrino mentre con la destra "controllano" il volante e allo stesso tempo servendosi di un pollice dotato evidentemente di vita autonoma scrivono il messaggio del momento o chattano.
Il codice stradale dovrebbe prevedere la pena di morte per questi sottoumani o, peggio, la distruzione immediata dell'amatissima protesi tecnologica.
Altro che multe scontate, martellate nell'iphone e tablet spaccati in terra ....
Ma al di la della gravità di tali comportamenti quello che più mi ha colpito e intristito è stato vedere una coppia, un lui e una lei, seduti uno accanto all'altra in auto che - capasotta entrambi - scrivevano e chattavano ognuno sul proprio apparecchio senza scambiarsi una parola.
Li avevo nella fila accanto alla mia in una coda che è durata quasi un ora . 
Per tutto il tempo non si sono scambiati nemmeno una parola .
Ma quel che è peggio non si sono nemmeno accorti che io e B li stavamo guardando commentando allegramente per tutto il tempo.

"Lo vuoi un caffè?" - chiede quello
"Ho letto il tuo sms e ti confermo il mio si" - digita l'altro sul cellulare

1 commento:

Pippi ha detto...

come si chiamano quelle del genere femminile che guidano la propria auto tenendo con una mano, la sinistra, lo specchietto retrovisore esterno perchè si sta lentamente 'scollando'(perchè il mio è incollato) dal caldo che fa???

dimmi come si chiamano?

ciao