martedì 22 marzo 2011

Lo vuoi un caffè? # 232 - Virtual Insanity


Children dressed as devils wait at the Malecon (seaside boulevard) to take part in the last day of the annual national carnival in Santo Domingo March 6. (Eduardo Munoz/Reuters)


Quando leggo sui giornali oppure sento sui notiziari che hanno beccato il falso invalido di turno che magari ufficialmente cieco guida la Maserati di papà oppure che ufficialmente privo delle gambe pratica ciclismo agonistico - pensando ai miei clienti che spesso da anni aspettano una sentenza di riconoscimento sotto una tenda a ossigeno oppure chiusi in casa senza poter scendere neppure a fare la spesa dentro di me gioisco.
Ma allo stesso tempo mi pongo domande filosoficamente esistenziali
Mi chiedo ad esempio se il sig. X mio cliente portatore di invalidità riconosciuta con sentenza del Tribunale possa essere considerato un falso invalido.
Chiariamo subito che X per essere invalido è, purtroppo per lui, invalido lo è davvero.
X è affetto da una brutta malattia degenerativa che gli ha ridotto il campo visivo praticamente a nulla e che con il tempo lo porterà alla cecità totale.
Il problema è che lui questa cosa proprio non riesce ad accettarla.
E purtroppo, per noi tutti sfreccia con la sua auto per le vie del borgo piegato in avanti sul volante incurante e, soprattutto, ignaro di quello che gli accade intorno guidando praticamente a memoria.
E’ un falso invalido oppure un semplice folle?
Devo consigliargli di chiedere l’aggravamento oppure devo sparargli per evitare che compia una strage con la sua auto?
Nell’incertezza prima di attraversare la strada guardo molto, ma molto bene da entrambi i lati

“Lo vuoi un caffè?” – chiede quello
“Sono in astinenza “ – risponde l’altro tremante

3 commenti:

betapetr ha detto...

posso solo dire....grazie per avermi avvisato!!!!Guarderò bene anche io!!!
;-))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))
Per il resto...no comment!!!Di falsi invalidi ce ne sono tanti....e per colpa di questi, molti invalidi veri quasi non vengono considerati tali, o faticano per dimostrare di necessitare di sostegno economico per vivere senza aggravare le proprie condizioni....solo per la semplice sfortuna di non avere una chiave in paradiso che tolga ogni dubbio accettando la sua pratica ad occhi chiusi...

anna the nice ha detto...

sparagli....
io ti copro e ti fornisco un alibi
Anna

arzach ha detto...

@anna the nice: sapevo di poter contare su di te :-P